Pagine

venerdì 30 settembre 2016

Gli anni 80's e 90's sono finiti, davvero.




Prendo un attimo di tempo alla vita reale[1] per una breve inutile considerazione, legata al percepire una certa "paura" su possibili revival e ritorni al passato, e allora lasciate che dica una cosa:

il tempo degli anni 80's e 90's è finito.

Lo so qualcuno non sarà d'accordo, si parlerà di eterna nostalgia, si citerà parlerà di Retromania, si mostrerà l'onnipresenza di quegli anni ma, fidatevi, quei decenni sono passati per sempre, così non è il caso di temere o sperare in ritorni impossibili o tempi di reflusso, e che ci siano serie come “Strange Thing[2]” o escano remake come Ghostbuster o Independence day 2[3] non inganni, l'essenza di quegli anni è stra-morta e tutto quello che, ora, si rifà prendendo spunto da allora lo si fà sempre pensando al pubblico di adesso 2016, e non quello del 1980 o 1990.







[1] E il tempo in questi mesi è stato molto scarso.
[2] Che poi per strane ragioni mi fa venire in mente Buick 8 di King, che tra l'altro è del 2002...
[3] Prodotti studiati per piacere ora [2016] e non allora. Comunque per i due film pare non sia andata molto bene, anzi c'è chi parla di flop dei remake e, di idee vecchie non aggiornate ai gusti del tempo...

7 commenti:

Glò ha detto...

C'è poco da aggiungere, è così... come è sempre stato del resto quando si cercano colpe o paradisi negli anni andati. Oggi è impossibile recuperare se non attraverso nostalgie personali o conoscenze mediate gli anni '80-'90. Non occorre nemmeno aggiungere "peccato" o "meno male", non ha senso. Sarebbe meglio capire (o tentarci) che cosa siamo adesso o che cosa vogliamo/vorremmo essere. Sembrano scappatoie proiettate all'indietro, simili a quelle che promettono la vita eterna. Non c'è mai posto per l'"oggi".

Passo alla parte più prosaica e non OT XD Ho visto S.T. che mi ha divertita moltissimo, una bella avventura alla Stand by me (come ho scritto altrove), ben realizzata con un cast ottimo a mio avviso. Non l'ho avvertita come prodotto soltanto per nostalgici, ovviamente cho coglie le varie citazioni/rimandi apprezzerà maggiormente; penso sia principalmente dedicata a un pubblico di "originaloni", i soliti nerd se vogliamo.
Non ci penso proprio a vedere le altre due "robe" che citi XD

Pirkaf ha detto...

Io difficilmente guardo un remake, e credo che sarà così anche per IT per quanto in termini di curiosità ho comunque un po' di hype addosso.
Insieme a Stranger Things citerei il stranissimo Turbo Kid pregno di cultura pop e riferimenti anni '80.
Un film assurdo ma divertente. :-)

Coriolano ha detto...

>Glò
Prima o poi quei due remake/sequel dopo tempo massimo potrei anche vederli, anche se a dire il vero non sento nessun interesse per farlo, mi sanno troppo di riunione tra ex compagni di scuola, e come dico sempre in tali casi evitare svicolare o darsi per morti.


>Pirkaf
Turbo kid è davvero strano, ma accidenti solo a vedere il trailer e leggere la trama mi è parso davvero di tornare ai tempi dei film su predoni e guerrieri post-atomici.

Nick Parisi. ha detto...

Si, gli anni 80 e 90 sono finalmente finiti ed io aggiungerei che era anche ora. In quanto sopratutto il primo decennio è stato quello in cui le scelte di chi ci governava ed anche le nostre hanno cominciato ad infilarci in quel buco nero di cui ne stiamo pagando adesso il prezzo.
Ciao.

Coriolano ha detto...

>Nick
Allora pareva una buona idea, peccato che alla fine i nodi vengano sempre al pettine e, accidenti quant'è vero quel proverbio.




Bruno ha detto...


Non ho una grande nostalgia del passato (io potrei parlarvi anche un po' degli anni '70, ma quelli non fregano a nessuno) né dal punto di vista dell'arte, stile e costume né dal punto di vista di società politica e via dicendo.
Però c'è da dire che oggi si riesce ad andare molto peggio. Ma molto.

Coriolano ha detto...

>Bruno

Da che mi ricordo lamentarsi del passato è una cosa tanto ovvia da essere scontata, ma devo ammettere che al momento si riesce ad andare enormemente peggio, e se certe tendenze che intravvedo si confermeranno, non è detto che quei 70s 80s non vengano ricordati in futuro come "la spensierata età dell'oro".