Pagine

venerdì 22 aprile 2016

Linee di tendenza





Ci possono essere varie ragioni per non scrivere post, non avere idee è una mentre un'altra che potrà sembrare strana, è l'averne troppe.
Sembra bizzarro eppure anche troppi potenziali argomenti sono come nessun argomento, quindi avrei continuato il mio silenzio rimuginando sul "a chi dare la precedenza & come scriverlo" se non mi fossi imbattuto per puro caso in un certo programma TV.
Va bene la notizia era risaputa detta e ridetta, immagino che l'hype nazionale sarà stato alle stelle, m'immagino l'attesa e il contare i giorni le ore i secondi, ma da parte mia guardando poco/niente la televisione ammetto che avevo rimosso la notizia così, sono rimasto molto sorpreso nel vedere che "l'amata" TV nazionale stava riproponendo niente di meno che: il rischiatutto!
Epperò...
Lo ammetto, il ritrovarmelo davanti mi ha fatto pensare alla preistoria della TV, ancor più quando proprio oggi è morto Prince.
Anni 80/90, Purple Rain, Prince versione Joker, e già allora il rischiatutto era un retaggio del passato remoto, era la TV dei dinosauri senza uno straccio di T-Rex.

Però come si dice, i gusti della maggioranza?

In modo provocatorio secoli fa scrissi che la fantascienza in Italia era morta, una provocazione che riscriverei ancora adesso anche facendomi ridere dietro, perché pur se non vero allora come adesso, al tempo stesso per una grande maggioranza di questo strano paese poteva e potrebbe benissimo essere così, e sempre allora scrissi che “televisivamente” ci si sarebbe buttati nel futuro con lo sguardo fisso al passato.
E' andata proprio così, ma i tempi cambiano, stanno cambiando, sono già cambiati.
La TV generalista tende ad essere sempre meno seguita, si moltiplicano gli altri canali più o meno tematici ma ancor più, la rete si fa sempre più avanti e, quello che s'intravvede è molto diverso da quello che è stato.

Tempo di cambiamento, e che Wonderland su Rai 4 abbia chiuso mentre il rischiatutto abbia riaperto, non inganni.

Questo è il vertice della parabola.



4 commenti:

Glò ha detto...

Il rischiatutto manca completamente nella mia vita di telespettatrice :P Anche la televisione da qualche decennio :D
Nel nostro paese sono morti un sacco di generi, ma fortunatamente per ciascuno di essi c'è un gruppo di "folli" a sostegno. Sci-fi, fantasy, anime... Il fatto è che a livello qualitativo se la passa male un po' tutto.

P.S.: anno veramente terrificante, vedi Prince -_-

Coriolano ha detto...

>Glò
I generi stanno bene e ci salutano da tanti altri media, ma su quelli "ufficiali/nazionali" sono assenti e/o trattati come se fossero un qualcosa di misterioso & strano, ma il mondo dei primi anni 70 dei due/tre canali in bianco e nero non esiste più, così è questione di tempo perché le cose sono destinate a cambiare, se poi in meglio o peggio si vedrà.


Anonimo ha detto...

Che Wonderland abbia chiuso i battenti è una vera tragedia per me! :(
"Babbano" come sono nel campo del Fantasy e della Fantascienza, l'ho seguito come un bigniami e mi ha davvero illuminato in un mondo per me oscuro... Un vero peccato. "Mi mancherà molto" (cit.) a cominciare dalla sigla d'inizio davvero fantastica!!! insomma una trasmissione che mi ha preso da subito, interessantissime anche le puntate Crime. Ma dico io per una volta che la rai aveva proposto qualcosa di innovativo. Approfitto anche per complimentarmi con gli AUTORI!!! Ma siamo sicuri che non ci saranno nuove puntate?
Spero anche che qualche emittente privata si prenda Format e Autori..
Poi.. cosa c'è di nuovo rischiatutto? a si davvero ma.. una domanda ci sono ancora " l'handicap e il cavallino" ????
Ok mi fermo qui altrimenti vado off topic!!

Duke

Coriolano ha detto...

>Duke
Sisi davvero un babbano, e magari qualcuno potrebbe perfino crederci...
Comunque sorpresa, in America ancora lo fanno il "rischiatutto", o meglio il Jeopardy!
Alla fine tutto il mondo è paese...