Pagine

domenica 13 marzo 2016

Riavvio in modalità provvisoria






Non credo che la "scomparsa" di questo blog sia stata notata/abbia interessato più di tanto la blogsfera, di siti che aprono e chiudono ce ne sono tanti e se poi a chiudere, o meglio diventare invisibile, era uno che si autodefiniva "il peggiore" quello da quattro lettori al giorno, un estiquatzi ci stava e ci stà bene, così potrei benissimo ricominciare a postare come se nulla fosse, ma nel caso che anche un solo fedele lettore[1] di quei quattro  si fosse chiesto che fine avessi fatto, sarebbe poco cortese riapparire all'improvviso con uno "Arieccomi" e basta. 
E allora cosa è successo?
Niente di speciale.

Niente epici guai, niente grandi lotte, niente grandi allontanamenti per cercare risposte esistenziali, solo l'applicazione pratica delle leggi di Murphy, inoltre l'aver messo mano alla struttura del blog in quei giorni di febbre da normativa, ha aiutato non poco a buttarmi off line, anche se all'inizio ero piuttosto ottimista ma si sa, gli Dei della sfortuna amano illudere le loro vittime.

signori ancora del té
il nostro porto di attracco darà segno di sé.[2]

Va bene, mi dicevo, ho perso bozze e perfino post pronti ma pazienza nulla di preoccupante, pensavo, perchè al massimo in una settimana si risolve tutto, credevo.

E in effetti doveva essere un'assenza breve, ma poi capita che la vita reale richieda su di se tutta l'attenzione, e si arriva al punto che si deve rimandare a tempi più tranquilli la soluzione dei problemi virtuali.

E rimandare i problemi è il modo migliore per complicarli ancor di più.

Questo è quanto, anche se ad essere sincero nulla è risolto, si è solo trovato un equilibrio precario, si è solo in modalità provvisoria. Sulla rete di nuovo ma non troppo, quanto basta per postare o commentare qua e là quando possibile, in attesa del riavvio a pieno regime, se mai accadrà.

Signori un ultimo té
il nostro porto di attracco non dà segno di sé.
Che altro aggiungere? Solo che questo blog riapre, sempre che non accada altro perché, come direbbe Murphy, se è vero che il fulmine non cade mai nello stesso punto, è anche vero che la sfortuna ha una mira infallibile. 





[1] Come direbbe King mica il primo che passa.
[2] Il "Manuale del bravo aspirante blogger", pagina 3 paragrafo 1,2, sconsiglia le citazioni di canzoni, in quanto 
"...è un raccontare, un appoggiarsi a qualcosa di più o meno noto, il facile ricorrere all'uso di un topos o di un'icona più o meno usurata, oltre che una facile scorciatoia che evita al blogger l'impegno di mostrare con proprie parole una situazione, un evento, uno stato d'animo."
Ma essendo un pessimo blogger, la citazione di Panama ve la beccate.
Anche perché ci sta bene.

6 commenti:

Nick Parisi. ha detto...

Bentornato davvero, te l'ho già scritto ma ribadisco il concetto!

Glò ha detto...

La canzone è tra le mie preferite di sempre *__* La tua assenza si è notata eccome, per lo meno io l'ho notata!
Bentornato ^_^

Sulle citazioni: credo di essere un pessimo blogger pure io :O Ma mica solo per quelle ^_^

Obsidian M ha detto...

È un piacere rileggerti. Questo blog sarà anche il peggiore ma resta il fatto che è uno di quelli storici del mio blogroll... ed è un peccato vederlo scivolare in fondo... Bentornato!

Coriolano ha detto...

Un grazie a tutti e...
>Nick
Poi un giorno mi passi quella copia in pelle di dinosauro de "Gli aneddoti misteriosi". ;)
>Glò
Ai miei tempi quella canzone fi Fossati... diavolo mi sento centenario. o_O
Vai forte (come si diceva ai miei tempi, un secolo fa) non preoccuparti e lascia a me la maschera di peggiore.
>Obsidian
Storico? Accidenti adesso mi sento millenario...
Dispiaceva anche a me non esserci, creare post far correre le parole revisionare i post è piacevole e... un momento, non è che ho la perversione della scrittura oltre quella della lettura?

Michele il menestrello pignolo ha detto...

Convintissimo del tuo abbandono senza ritorno, mi ero persino disiscritto :D

Ben tornato ^^

Coriolano ha detto...

>Michele
Ti dirò un segreto, anch'io ad un certo punto ero convintissimo che quel Coriolano fosse spacciato, finito, sparito per sempre.
Ed ora invece ora arieccolo qua... è proprio vero non ci si può fidare più di nessuno.

Grazie.