Pagine

mercoledì 25 marzo 2015

Boomstick award 2015










E così il Boomstick Award arriva alla sua quarta edizione, e se per il creatore dell'iniziativa Germano Hell Greco l'essere arrivato così lontano è stata una sorpresa, ancor più sorprendente per me è stato il riceverlo, e non si tratta di falsa modestia, la qualità di questo blog oscilla tra il "bassino" e il "lasciamo perdere" quanto agli aggiornamenti hanno intervalli stimabili in strani eoni, eppure questo non ha impedito ad Obsidian e Glò di nominarmi, scelta per la quale ringrazio ma che loro avranno a lungo sulla coscienza.

Ma cos'è il Boomstick, come viene assegnato, quali privilegi onori e gloria dà?
Cos’è il Boomstick? È il bastone di tuono di Ash ne L’Armata delle Tenebre. Una doppietta Remington, canne d’acciaio blu cobalto, grilletto sensibilissimo. Magazzini S-Mart, i migliori d’America. Perché un Boomstick? Perché il blog è il nostro Bastone di Tuono!Come si assegna il Boomstick? Niente di più facile: dal momento che in giro è un florilegio di premi zuccherosi per finti buoni (o buonisti) & diplomatici, il Boomstick Award viene assegnato non per meriti, ma per pretesti.O scuse, se preferite.Nessuna ipocrisia, dunque. O scuse, se preferite.Nessuna ipocrisia, dunque.E ricordate, il Boomstick non ha alcun valore, eccetto quello che voi attribuite a esso.
E questo è il banner dell'edizione 2015 ideato e realizzato da Germano Hell Greco.



Seguono sacre & inviolabili regole:
1 – i premiati sono 7. Non uno di più, non uno di meno. Non sono previste menzioni d’onore.
2 – i post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi a mo’ di consolazione.
3 – i premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. È sufficiente addurre un pretesto.
4 – è vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite.

a) il premio può essere assegnato dai sette vincitori ad altrettanti blogger meritevoli, contribuendo a creare, come tutti gli anni, una delle più gigantesche catene di sant’antonio che la storia di internet ricordi

b) premio e banner sono di mia creazione, quindi gradirei essere citato negli articoli relativi

c) il Boomstick è un premio cazzuto. Se l’avete vinto non siete di sicuro delle mezze cartucce, ma… se non rispetterete le 4 semplici regole che lo caratterizzano, allora mezze cartucce diventerete
Il non rispetto di queste regole conferirà d'ufficio al trasgressore il: Bitch Please Award.



che
al contrario del Boomstick, porta sfiga e disonore. 
Oh, riguardo quest’ultimo, non è che sto lì a soffiarvi il nasino e a dirvi se avete rispettato le regole o no. 
Nel caso non l’abbiate fatto… Cavour lo saprà. E lo saprete anche voi…

Così dopo aver preso atto delle sacre regole, non mi resta che elencare a mia volta e in ordine alfabetico, sette vincitori scelti in modo casuale e pretestuoso ragionato & meditato dopo lunghe sofferte riflessioni.


1 Angelo Benuzzi. Angelo Benuzzi.
Perché a volte scrive perfino meno di me, ma sa essere più vario di quanto sia io, perché di punto in bianco si è messo a bloggare in inglese, costringendomi a passare dal livello “Ugh io Tarzan tu Jane Ugh” a quello “Nice to meet you, Jane, Ugh”, perché ha scritto un e-book con atomiche fantasmi e astronavi che leggerei, se l'inglese non mi fosse ostico più del Draconico.

2 La nostra libreria. Glò, Michele il menestrello pignolo
Perchè Glò per ragioni imperscrutabili talvolta gradisce quello che scrivo, poi Michele parla di Dyland Dog vecchia mia passione di secoli fa... ma sopratutto perché nel parlare di libri riescono nell'impresa di interessare e incuriosire perfino un ex lettore forte come me, e non c'è niente di peggio di un ex qualcosa, lo assicuro...

3 Ilgiornodeglizombi. Lucia Patrizi.
Perché ha letto come me Danse macabre di King quando King era il Re, e non manca mai di citarlo ogni tanto come faccio anch'io, certo poi si deve aggiungere che a parte questo e per sua fortuna, scrive meglio di me... comunque ha iniziato a parlare di film "atomici" e ha perfino citato la serie Fallout, senza poi dimenticare che pur occupandosi di un genere che seguo poco come l'Horror, riesce sempre a catturare l'attenzione.

4 Nocturnia. Nick Parisi.
Non basta che sappia scrivere, che tiri fuori gli argomenti più disparati, che non gli sfugga nulla che sia uscito nel campo del fantastico ma si cimenta anche con interviste ad autori scrittori disegnatori italiani, e non, e sempre con tanto di versione originale... ma come fa?! Se mi dicessero che domani posta un'intervista a Lovecraft con tanto di versione originale in lingua Aklo, non mi stupirei per niente.

5 Obsploitation. Obsidian Mirror
Si potrebbe pensare ad un bieco scambio di favori, un "ci nominiamo a vicenda", beh lo ammetto potrebbe essere vero se non fosse per Tura Satana & "Faster, Pussycat! Kill! Kill!", "San Babila ore 20: un delitto inutile", "Sette note in nero", "Banditi a Milano", e tanti altri film che neanche ricordavo di aver visto finché non li ho ritrovati lì. E non sono film qualsiasi... 
Comunque già l'aver parlato di Tura Satana basterebbe. 

6 Strategie Evolutive. Davide Mana.
Cominciamo col dire che se esiste questo blog è perché c'era, e c'è nonostante un mio necrologio post commemorativo, Strategie evolutive. Ok forse questo è un demerito... allora... perché mostra la differenza tra un wannabe e chi sa/fa, perché sa essere sempre interessante anche se l'argomento sono lamette o ricette, perché è uno di quelli che sa che il fantasy non è solo "roba de nani e erfi", perché ogni tanto mette un po di Zen in quello che fa... no mette quello che fa nello Zen... ehm no un momento... 

Rock Music Space. Nella Crosiglia
Musicalmente parlando sono negato, non conosco i generi ho gusti bizzarri, e mi è stato proibito di cantare pena l'arresto per uso di armi improprie, ma il blog di Nella riesce a catturare anche un negato come me, e qui siamo oltre l'impresa, si è in piena zona miracoli.
Poi se qualcuno ha parlato con David Bowie, deve(!) avere il Boomstick.


Ora credo che sia il momento del discorso finale, con ringraziamenti auguri & annesse riflessioni sull'alta missione del blogger ma... perché rovinare un simile momento di così incommensurabile commozione?

E allora questo è tutto, al prossimo post, al prossimo strano eone.




6 commenti:

Obsidian M ha detto...

Ma grazieeee !!! Obsploitation è commosso! Lieto di aver contribuito a rinfrescare i tuoi ricordi cinematografici... Molti di quelli che ho recensito li avevo dimenticati anch'io per decenni prima di inciamparvi nuovamente. Tura Satana For Ever!

Glò ha detto...

Grazie mille, per la menzione e per le belle parole dedicate al blog, mio e di Michele! *__*

Non è falsa modestia, la tua... è peggio! XD

Qualità, dico solo questo ;) Altro che ragioni imperscrutabili (anche se ciò mi si addice XD)!

E con calma andrò a curiosare tra i tuoi nominati.
Alla prossima! ^_^




Nick Parisi. ha detto...

Grazie amico mio!
Ti dirò....mi piacerebbe intervistare Lovecraft in lingua Aklo, mi piacerebbe davvero.
Per l' Aklo mi sto attrezzando. ;)
Grazie ancora, naturalmente ricambio la stima.

Michele il menestrello pignolo ha detto...

Su Dylan Dog hai un vantaggio rispetto a me: non stai subendo lo schifo che è diventato (._.)

Grazie per la nomination ^^

Nella Crosiglia ha detto...

Non so come ringraziarti Coriolano anche se non lo merito perchè non seguo le regole pur essendo felicissima di averlo ricevuto...Mi perdoni? Non vero?
Non me la sento proprio di scegliere, non riesco , siete tutti importanti e non saprei fare preferenze...
Ti posso solo dire che con profondo orgoglio l'ho già postato e motivato con tanta ma tanto gioia ...
Un bacio enorme-...

Coriolano ha detto...

>Obsidian.
Tura satana Rulez!

>Glò
Non è falsa modestia ma come diceva mio Zio...

>Nick
Ti stai attrezzando? Non mi dire che l'hai già fatta?!

>Michele
Non te lo credere. DD ha sempre avuto difetti...

>Nella
Nessun problema, infatti è scritto che (sacre rulez)
"...il premio può essere assegnato dai sette vincitori ad altrettanti blogger meritevoli..."
"può", non "deve", quindi va benissimo così.
Grazie e altrettanto e ci sentiamo alla prossima.