Pagine

martedì 15 luglio 2014

Di Spielberg Triceratopi indignazione e... ma siamo sicuri?






A quanto pare Spielberg avrebbe ucciso un Triceratopo[1], e a quanto pare la rete sarebbe insorta scatenando tutta la propria indignazione.
Difficile non aver letto da qualche parte questa notizia o visto la foto, in pratica ha girato il mondo, a quanto pare la bufala su Spielberg cacciatore di dinosauri e relativa indignazione per l'uccisione del povero animale, pare sia una delle notizie di colore che più hanno girato per la rete negli ultimi tempi, difficile non essersi imbattuti in essa che si fosse su siti di giornali online o blog di vario tipo, e difficile non aver colto il giudizio comune fatto di derisione e commenti in stile: "ma dove andremo a finire".
Beh certo l'idea che qualcuno possa indignarsi perché si è ucciso un dinosauro è qualcosa tra il comico e il preoccupante, tanto più che i dinosauri sono entrati in pieno nell'immaginario collettivo, e non si contano documentari ma anche film telefilm o cartoni animati in cui siano presenti, insomma pare difficile che qualcuno abbia potuto credere ad una cosa del genere, pare difficile che ci si sia potuti indignare per una tale bufale eppure, pare che questo sia accaduto. Insomma ci sarebbero gli estremi per accodarsi al coro che parla di scadimento culturale, di rete analfabeta, di sua inaffidabilità etc etc però...

...la notizia è stata tanto corrispondente all'idea [pregiudizio] che ci si fa della rete e, così grande è stata la risposta ad essa, che forse vale la pena di farsi qualche domanda prima di seguire la corrente generale, e chiedersi:
ma è davvero così?
Che ci sia una certa abitudine all'indignazione preventiva, è vero, spesso e volentieri prima ci s'indigna e poi forse si ragiona, (e non si fa lo stesso su questa notizia?) ed è anche vero che può esistere gente che non abbia mai sentito parlare [possibile?] di dinosauri e che non sappia che sono milioni di anni che sono estinti, come è possibile che ci sia chi abbia mal interpretato la foto e “visto” un elefante o un rinoceronte correndo subito ad indignarsi ma, è altrettanto vero e probabile, molto probabile, che in molti abbiano dato una risposta ironica, in tema, alla provocazione “Spielberg a caccia di dinosauri”, e così anche se si parla di 60(70/90?)mila condivisioni (però si mostra sempre lo stesso screenshot di qualche commento “indignato”) in quanti avrebbero giocato agli indignati?
O sulla rete l'ironia manca e tutti rispondono seriamente?
Mi fosse capitato ammetto che avrei postato a mia volta questo commento:

Una vergogna, spero che Spielberg venga incarcerato per questo barbaro assassinio!
Insomma dovrebbe essere immaginabile, prevedibile in casi del genere una grande componente di cazzeggio & ironia, poi vero non sarà mancato chi ha creduto o mal interpretato, in fondo non mi stupirei se qualcuno non sapesse cos'è un Triceratopo su grandi numeri di sicuro qualcuno ci sarà, ma questi si presume siano stati una minoranza.
Una minoranza tra tanti commenti ironici.
Ma anche se così non fosse, anche se la rete fosse piena di gente serissima pronta a dire tutta la verità, pure si parlerebbe di numeri bassi.
60/80/100mila utenti, sarebbe quel numero tutta o la maggioranza della rete?

Ma in ogni caso, con la grande sovraesposizione dei dinosauri nei media, è davvero possibile e credibile che il 100% di chi ha postato un commento d'indignazione l'abbia fatto credendoci, e non invece volendo dare una risposta ironica?

A dire il vero la cosa più interessante è che su una notizia simile, seppur relegata nel limbo delle notizie di colore tra ufo e record di mangiatori di Hot Dog, ci si sia buttati in maniera acritica, senza chiedersi quanto fosse vera, senza cercare risposte alternative che non fossero da subito quelle suggerite e standard:
la rete è piena di balle, la gente si sta istupidendo.

Ovunque i link che riportano alla notizia del quotidiano nazionale di turno, sempre le stesse immagini, gli stessi commenti incriminati ed evidenziati e sotto in stile fotocopia gli stessi giudizi dei lettori, così:
il problema è che qualcuno possa credere che si possa cacciare Triceratopi, o invece piuttosto che si sia pronti a credere in modo acritico a qualsiasi cosa, purché venga dai “canali mediatici/informativi” giusti meglio se collegati a quelli tradizionali, che si sia disposti a credere in modo cieco a notizie verosimili che corrispondono agli stereotipi pregiudizi che si hanno?

Davvero qual'è il problema?

intanto in un continuo linkarsi a vicenda, di una piccola cosa forse si è creata la grande leggenda, quella in cui si narra di come tanti s'indignarono per il povero Triceratopo.

[1]E il Triceratopo divento più famoso del T Rex. Beh almeno per un po.




1 commento:

Anonimo ha detto...

Devo dire che questo post mi ha lasciato davvero una certa inquietudine!! ma davvero l'uomo è capace di tanta cattiveria da prendersela con un povero e piccolo Triceratopo indifeso?!?!
Ma Ma... allora quando io e te mangiammo la famosa Bistecca di Brontosauro?
Siamo anche noi, due criminali senza cuore!!
Io credo caro Coriolano che siamo entrati in pieno in una nuova fase dell'evoluzione dell'uomo: questa è l'era dell' Idiocracy...
:( Duke