Pagine

venerdì 4 aprile 2014

La ragione per cui.










In uno dei radi post passati, parlando di un cartone animato (my little pony) che aveva avuto un inaspettato successo ho scritto

Comunque vada a finire, unicorni e arcobaleni non sono cose adatte per gente adulta, è roba poco seria, come la fantascienza, come bambinesco e infantile è il fantasy, fantasy che è bene ricordare è DOC solo se con nani ed elfi, mentre per l'horror... per disadattati o maniaci, e questa è la ragione per cui Coriolano ha scritto di MLP-FIM, ed è la ragione per cui... ma questo è il tema del prossimo post.

e ora, beh ora credo che sia giunto il momento di scrivere quel post.
La ragione per cui scrivo certi post non è la domanda, non è neanche la risposta, se un argomento c'è e per qualche ragione m'interessa, allora ne parlo, niente di più niente di meno, la vera domanda è il perché "Coriolano".
Perché non ci metto la "faccia", perché non rinuncio ad una maschera magari dicendo "salve in realtà sono il sig Mario Bianchi ( ma potrei anche essere il sig Stefano Rossi o Matteo Verdi o...) abito nel ridente paesino di Vattelappesca e ho i seguenti interessi...
Perché non lo faccio, perché non mi mostro per chi sono, cosa ho da nascondere?
Come detta in altra occasione ho girato per la rete da tanto tempo, mi sono guardato attorno ho lurkato molto e un giorno, per caso e curiosità, ho aperto un blog, questo, senza pretese fin dal suo inizio col solo desiderio di non essere ovvio, scontato, prevedibile, di cercare d'evitare di dire quello che dicono tutti.
O almeno di provarci.
Ecco, un blog non un profilo su facebook, e l'ho fatto col ricordo di come era la rete una volta, una rete nella quale l'anonimato era una cosa normale, ovvia scontata. Questa è una delle ragioni per cui “Coriolano” basta e avanza per indicare l'autore di questo blog.
Un tizio qualsiasi, né migliore o peggiore di tanti altri, solo un tizio che ha un blog come tanti altri, e cambierebbe qualcosa sapere che il mio cognome sia Verdi Rossi Bianchi o che abiti a vallesottosopra? Il saperlo renderebbe le mie parole più vere, più interessanti? 
Così -Cosa ho da nascondere-? Niente, anzi a differenza di molti finti "ingenui", so bene che il mio anonimato è nullo. Nessuno a meno di non essere un genio è per lo Stato anonimo sulla rete, e NON lo è un blogger, però ancora resto anonimo per gli utenti della rete, e il fedele-casuale lettore mi potrebbe chiedere perché non ci metto la faccia, perché come tanti altri non metto nome cognome.
Beh ho pieno rispetto degli altri blogger che lo fanno, ancor più per quelli del blocco C, gente molto ma molto più capace/preparata/interessante di me, e rispetto la loro decisione di, come si dice, metterci la faccia ma:
quella è una loro scelta.
Non la mia.

The great and powerful
A differenza di loro questo è solo un blog di serie C, e non per caso il suo (grande e potente cit) autore si rifà a Ed Wood, così Coriolano può scrivere di quello che gli pare quando gli pare (o meglio nei rari momenti liberi), ma non sarebbe la stessa cosa per il sig Tizio Caio ragioniere geometra, non sarebbe "normale" per gli altri che lui possa parlare di cartoni animati come my little pony, e lui non potrebbe farlo in modo libero, forse si auto-censurerebbe oppure comincerebbe a parlare in modo stereotipato, giusto per non stonare giusto per essere "accettabile" di fronte ai vicini ai conoscenti all'inquilino del piano di sotto al collega di lavoro, e anche se fosse duro e puro ancora una parte di lui non sarebbe sincera nello scrivere, e mentirebbe ancor prima a se stesso.

Questo vale per me.
Non siamo tutti uguali, non possiamo e non dobbiamo avere tutti le stesse risposte alle stesse domande.

Dal ragionier geometra Tizio Caio ci si aspetta un comportamento ed interessi attinenti, magari il pensare a cose definite "serie" di politica[1] o attualità[1], così sarebbe considerato fuori-luogo per lui parlare di argomenti "poco seri", ci sarebbe sempre qualcuno pronto chiedersi il prché, a suggerire, a consigliare, a domandargli il come mai sprechi tempo per scemenze simili, quando invece o invece di...

Beh ecco, non mi devo giustificare.
Non ne ho voglia.
Non mi va di sprecare un solo secondo di tempo per spiegare o provare a convincere un qualcuno sui miei interessi.
Ma sopratutto:
è una mia scelta.

Questa è "la ragione per cui".




Ed ora un saluto che non arriverà mai a destinazione, ma ci sono cose che vanno fatte anche se inutili.

Addio Onorevole Preside della Sacra Scuola di Hokuto, è stato un piacere ed un onore seguirti.




[1]Purché si segua la corrente. Liberi si, ma solo di seguire la corrente.

1 commento:

Anonimo ha detto...

è da un po di tempo che ti seguo su questo Blog (ti tengo d'occhio... tu sai cosa vuol dire...) e trovo davvero interessanti alcuni Tuoi Post, dopo quest'ultimo ho deciso di rivelare la tua vera identità al mondo intero!!
Ebbene Ledies & Gentleman il vero cognome di Coriolano non è Rossi o Bianchi o Verdi, è BROWN!! sissignore lui è Coriolano Brown e vive nel pasello di Quaresto provincia di Quastò. Ora il mondo intero sa chi sei in realtà!!!
Per concludere ti do una dritta: -se un giorno Coriolano decidesse di approdare sulle pagine di Faccia-Libro potrebbe sempre farlo nella sezione "personaggio inventato" ;) Duke