Pagine

giovedì 6 marzo 2014

Kolchak: The Night Stalker





Cercare per il web spesso riserva qualche sorpresa e porta alla memoria vecchi ricordi, come ad esempio un film su maledizioni e ragni mannari giganti[1], un film per la TV della ABC che secoli addietro (primi anni 80s ?) capitava spesso d'incontrare in qualche televisione privata "The curse of the black window".




Devo dire che è stata un piccolo piacere ricordare quel film, di per se nulla di particolare ma allora geniale, quello di far irrompere il fantastico nel mondo reale[2].
Non gli avvenimenti in una una galassia lontana in transilvania oppure in un mondo incantato dove tutto è possibile, ma il fantastico nel bel mezzo del mondo del ventesimo secolo, e in pieni anni settanta un periodo a volte tra il cinico e il cattivo.
E per cattivo intendo crudele spietato e sopratutto deciso.
Un piacevole ricordo, ma che ha portato alla scoperta inattesa di una srie TV di cui non avevo mai sentito parlare, e che ammetto di non aver mai visto, anzi sarà mai arrivata in Italia?
Kolchak: The Night Stalker e di due film per la TV sempre della ABC che di fatto hanno dato il via alla serie TV.




Non avendone mai sentito parlare mi sono appellato a wikipedia e il risultato è stato questo:

Kolchak: The Night Stalker è una serie televisiva degli anni settanta trasmessa negli Stati Uniti dal network ABC. La serie ha per protagonista il reporter Carl Kolchak, interpretato da Darren McGavin, che indaga su misteriosi crimini dalla cause inspiegabili, soprattutto quelli che le autorità non possono perseguire. I crimini riguardano spesso il soprannaturale, il fantascientifico o creature fantastiche.

Non male, sarei pronto a vederla adesso questa serie TV, quanto al protagonista

Carl Kolchak, interpretato da Darren McGavin.
liberamente basato sulla vita del giornalista Charles Fort, è un reporter investigativo di talento con una attrazione per i casi bizzarri e soprannaturali che ottiene informazioni andando in giro per Chicago a bordo della sua Ford Mustang gialla cabrio riuscendo sempre ad ottenere delle esclusive armato della sua macchina fotografica e di un registratore a cassette.

avrei molto da ridire sul Charles Fort "giornalista", in ogni caso la serie pare interessante, ma c'è anche da aggiungere che allora non durò che per una sola stagione [1974/1975].




In fondo non una sorpresa.
Perfino serie di SF o anche fantastiche adesso considerate classiche importanti da vedere, una volta vivacchiavano come è accaduto per Star Trek e come a suo modo è successo anche per Twilight zone, quindi non sorprende che questa serie sia durata una sola stagione.
Sembrerebbe così che si possa chiudere qui, se non fosse che nei primi due film per la TV c'è anche il nome di Richard Matheson, come dire un nome e una garanzia, e infatti fu il successo e il buon riscontro dei due film a far decidere di dare il via alla serie TV, e qui c'è da aggiungere che forse anche la serie avrebbe avuto a sua volta successo se non si fosse deciso di cambiare, di fatto estromettendo sia Matheson sia il regista produttore Dan Curtis[3] dalla realizzazione, comunque il soggetto era abbastanza interessante per entrambi:
in The Night Stalker [1972] un vampiro[4] si aggira per La Las Vegas, e in The Night Strangler [1973] c'è un assassino e un siero di lunga vita da preparare ogni 21 anni.
Si, i demoni e le ombre del passato abbandonavano i castelli e i villaggi abitati da villici dal forcone facile, e in modo discreto si trasferivano nel presente ad infestare un mondo impreparato in cui non si credeva più in loro, adesso l'idea non è più originale ma allora aveva un suo fascino, ma c'è dell'altro.
Non ricorda niente?
Magari un autore ispirato dalla stessa serie per crearne un'altra, e quell'autore è Chris Carter e la serie è X-files, insomma si comincia da un vecchio telefilm per la TV e si finisce ad X-files, e anche in quel caso di nuovo la stessa idea, di nuovo gli spettri i Demoni i misteri che infestano gli angoli bui della realtà.

Per chiudere si deve aggiungere che la serie TV ha poi avuto un remake nel 2005, l'ennesimo remake anche se inusuale visto che non era un film, in ogni caso anche questa volta non è andata meglio dell'originale, in compenso pare essere arrivata anche in Italia "-Night Stalker - Indagini pericolose-".




Un insuccesso bis, anche se nonostante tutto nei fatti si parla di un qualcosa che ha avuto ed ha ancora un 'influenza molto più forte di quello che sembri.
E non è poco per un viaggio durato una sola stagione.

[1]Se ci possono essere i lupi mannari, perché non i ragni giganti mannari?
[2]Almeno in TV, altrimenti l'idea tanto nuova non era. Anzi per niente.
[3]Tra l'altro regista de -The curse of the black window-, che si potrebbe definire l'ideale seguito del 1977 dei primi due film.
[4]I vampiri di una volta, fascinazione ma del male, esseri non morti malevoli malvagi infidi e assetati di sangue, ben diversi da quelli di ora.

Nessun commento: