Pagine

domenica 24 febbraio 2013

Adventure Time.






Adventure time è una serie animata americana,
e ha come protagonisti Jake, un cane magico in grado di assumere le forme più diverse, e Finn l'umano, un ragazzo.[1]
Tutte le avventure del duo, tra il comico la farsa e l'azione, si svolgono nella magica terra di Ooo, tra principesse, creature magiche, stregoni, e tanti altri personaggi in stile fiabesco, così se si vede la serie per la prima volta si ha solo l'impressione di vedere niente di diverso rispetto ad uno dei tanti cartoni animati, magari un po strambo ma niente di più, solo un qualcosa di buono per i bambini e nient'altro, con un mondo fantasy dove magia e tecnologia convivono[2], in cui ci sono principesse da salvare, mostri da combattere, dungeon da esplorare. 
insomma, niente di nuovo, ma basta non fermarsi alle apparenze per accorgersi che la serie non è solo quel che sembra.
Per cominciare Ooo non è solo un posto fiabesco e immaginario ma è la Terra secoli e secoli dopo una guerra atomica, e gran parte della magia presente sembra il risultato dell'ultima super bomba che ha posto fine alla guerra, e creato il mondo di Ooo, forse spostando la Terra in una dimensione nella quale la magia esiste.
Non male davvero come idea, senza contare che nulla di questo viene spiegato in modo diretto, non c'è uno spiegone, ma il tutto da episodio a episodio viene svelato da tanti particolari fin dalla sua sigla d'apertura.

Sigla iniziale, con quanto resta della "guerra dei funghi" ed episodio "Ocean of fear". Da notare i resti della citta sommersa stile "Conan ragazzo del futuro".

Oltre lo scenario ci sono personaggi che seguono una continuity durante la storia, con legami che diventano visibili solo dopo molti episodi, se non dopo stagioni.
Non mancano sparse qua e là citazioni storiche, oppure a film o ad altro, ma sopratutto ci sono molti easter eggs (per la gioia degli appassionati del “dietro le quinte”) che sembrano messi a suggerire possibili narrazioni segrete alternative o nascoste.

L'episodio "Mystery Train" è a suo modo una citazione del film "The game".

Un'altra caratteristica della serie è che si presta ad essere seguita da i più disparati spettatori, che possono essere i più piccoli o i più grandi, e per finire, ogni episodio per quanto leggero lascia trapelare una sceneggiatura molto più complessa di quello che non appare.

Citazione sull'abbigliamento dei medici (di una volta...) consigliato durante la peste.


Davvero non male per essere “solo” un cartone animato, allora complimenti al suo autore, Pendleton Ward, e a tutto il suo staff.

Ora si potrebbe chiudere dicendo che in fondo col passar del tempo quanto viene trasmesso dalla TV è diventato più complesso, quasi in passato fossero tutti idioti, ma questo è sbagliato.

Se certi cartoni animati o anche certi film o serie TV sono fattibili adesso, è perché da una parte il mezzo televisivo è diventato più "maturo" e complesso, ma anche perché è cambiato il modo di seguire il tutto, e la stessa possibilità di seguire.

I flinstones ad esempio


Anni 60s, la tipica famiglia americana della pietra.

cartone animato degli anni 60s, è molto meno complesso pur avendo anch'esso un “target” di riferimento che va dai più piccoli ai più maturi[3], e se si guardano con attenzione i singoli episodi si nota come siano di facile e immediata comprensione e, molto legati alla realtà del periodo.
Questioni di lavoro, amicizie, problemi vari.
Erano più stupidi gli spettatori degli anni 60s?
No.
La risposta è un'altra, ed è nel modo in cui venivano seguiti i programmi sulla TV.
Quando si guardava un episodio dei Flinstones, non ci si poneva il problema di quando sarebbe stato possibile rivederlo per capire qualcosa o, notare il particolare sfuggito, anzi, ogni episodio era strutturato in modo tale da essere autoconclusivo e facile da capire e seguire già dalla sua prima visione.
Era impensabile allora il contrario, infatti tra un episodio e la sua replica potevano passare nel migliore dei casi mesi, nel peggiore anni, senza contare che tale seconda visione sarebbe avvenuta con scarso o nessun preavviso, e cosa ancor più importante, con l'impossibilità di avere un nucleo di fans pronti a raccogliere notizie e dati.
Se invece si fosse fatta una serie più complessa, si sarebbe corso il rischio di ritrovarsi con gente che “non capiva”, e quindi non seguiva lo show con conseguente cancellazione del programma dai palinsesti televisivi.
Quindi per il periodo si può dire che i Flinstones sono stati una serie perfetta, aderente al periodo, un tempo in cui non c'era la possibilità di salvare il programma su un supporto per poterlo rivedere in seguito, cosa che con i vcr e poi i dvd sarebbe stato possibile, e non solo, era assente una comunità di appassionati pronta a vedere, rivedere, cercare, scomporre la serie nei minimi particolari alla ricerca di citazioni, eastern eggs, trame, sotto-trame etc. ovvero a quei tempi non c'era niente di simile a internet.
Quello era un programma televisivo che aveva una caratteristica ben precisa:
quella di rendere al massimo la sua prima e forse unica visione, e tutti i programmi del periodo fino agli 80s circa hanno avuto la stessa caratteristica, quella di essere pensati per una visione singola, e magari unica.
Da questo punto di vista Adventure Time appartiene in tutto al suo tempo.

E' pensato tenendo conto che alla prima visione segue la possibilità di rivedere ogni singolo episodio quando e per quante volte si vuole, e non solo, è pensato anche per contare sul supporto di una nutrita schiera di fans, con pagine wiki dedicate e appassionati pronti a passare al setaccio ogni episodio, cosa che solo la presenza della rete rende possibile.

Tutte cose che negli anni 60s erano inimmaginabili.

Dragon Ball è della fine degli anni 80s, e pur non potendo contare sulla rete è già strutturato per prestarsi a più visioni, in quanto già allora esistevano i VCR che permettevano questa possibilità, parlando di telefilm come esempio allora basta citare -Hill Street giorno e notte- con la sua struttura spezzata e a salti che traeva un grande vantaggio dalla possibilità di poter rivedere il tutto in videocassetta, questo quando uno Starsky & Hutch con i suoi episodi auto conclusivi, era più pensato come un prodotto televisivo pre-vcr, quello dove la prima visione era la sola che contava, che doveva funzionare al massimo. Così pur non essendoci grande distanza temporale tra quei due telefilm, pure sono diversissimi tra loro.

Programmi più complessi. Si è diventati più intelligenti?

No, ma è la tecnologia che ha portato delle nuove potenzialità, in grado di trasformare perfino il modo di seguire la televisione.
Lost, perché non pensare che questa serie sia stata pensata e strutturata in un certo modo, anche e sopratutto per via della rete?
In fondo è fatta in modo da essere vista, ma sopratutto rivista più e più volte, e ancor di più è fatta e si presta più che bene per i cultori della verità alternativa, per gli spettatori del "dietro le quinte", per i cercatori di eastern eggs.
E' una serie che forse solo con la rete poteva dare il meglio di se.

Invece senza vcr, senza dvd, senza internet la situazione forse sarebbe la stessa dei tempi dei Flinstones, con un "buona la prima" visione.

Comunque sia, si può dire che Adventure Time è una grande serie, che dimostra ancora una volta come anche per le cose in apparenza più semplici come i cartoni animati, ci sia stata e c'è sempre una costante evoluzione.


Una serie che poi ha buone idee, un grande lavoro e la voglia di provare qualcosa di nuovo, che sa essere epica, ridicola, superficiale, profonda, che può essere seguita da tanti punti di vista e sempre in modo piacevole.



[1] Finn l'umano, tradotto in Finn l'aventuriero in italiano. Sento puzza di contorte ragioni per questa traduzione, spero di sbagliarmi ma visti i precedenti...
[2] Qualcuno ha nominato il videogioco Arcanum? Somiglianza zero, però...
[3] Non trovo nulla di male a parlare di certi argomenti come cartoni animati o videogame, ma se voi avete problemi allora citate il libro di Umberto Eco "Apocalittici e integrati", poi parlate di segni, di icone di tratti grafici e di semiotica(?!) e cose simili (se siete bravi inventate e parlate in latinorum), altrimenti se volete essere più spicci limitatevi all'ostensione del dito medio. Funziona anche per altre occasioni tipo... ma tu leggi/segui questa scemenza (fantascienza, fantasy, horror)???!!!