Pagine

venerdì 22 giugno 2012

Prometheus mi ha deluso, e non l'ho neanche visto!






Si può essere delusi da un film senza averlo mai visto, ma conoscendone solo qualche particolare?
Lo si può senza essere per questo etichettato come un odiatore?
Nel mio caso penso di si.


  

La saga di Alien l'ho seguita tutta, da vero fanboy.

Il primo era innovativo, miscelava horror e fantascienza, e per certi versi è stato il film più lovecraftiano di sempre.
Il secondo era in linea con gli anni 80s, tra i vari rambo & commando, la presenza dei marines coloniali era quasi scontata, pure il risultato era buono allo stesso livello del primo film.
Il terzo una delusione quando uscì, in seguito rivalutato. Non un film pessimo, forse troppi toni scuri quando ormai anche il Dark come tendenza era diventata cosa del passato.
Il quarto la fine di un ciclo. Si percepiva una mancanza d'idee o di stimoli, lo stesso tema della clonazione presente nella trama fin dal titolo era l'argomento del momento e l'averlo scelto, anche se funzionale per resuscitare una stramorta Ripley, dava l'impressione di essere stata la molla per fare un film, accattare qualche spettatore in più, e avere un'idea per giustificare un seguito.
Poi non mi sono fatto mancare neanche i predators, buoni entrambi, col secondo valido quanto il primo. Certo non c'era Swarzy ma nel complesso un buon film con un finale che riusciva a creare un crossover credibile tra le serie di alien e predator, e dal quale venivano dei buoni videogiochi e, due pessimi [a essere buoni] film come AVP1 e AVP2.
Ora Ridley Scott dopo Alien torna con un prequel.
Un prequel?
Già l'idea non era di buon auspicio, comunque c'era pur sempre la speranza di sbagliarsi, illusione finita dopo aver letto la trama del film e averne visto trailer e qualche immagine.

Si può essere delusi da un film senza averlo mai visto, ma conoscendone solo qualche particolare?
Si può essere delusi solo dopo un trailer una risicata sinossi e qualche immagine?
Purtroppo nel mio caso si.
Ecco alcune parti della trama presa da wikipedia:
 
Nel lontano passato, la navicella spaziale di un’avanzata razza umanoide aliena arriva sulla Terra. Uno degli alieni consuma un liquido scuro che provoca la disgregazione del suo corpo e lo fa cadere in una vicina cascata, seminando la Terra con gli elementi costitutivi della vita.
...
Nel 2089, la coppia di archeologi Elizabeth Shaw e Charlie Holloway scopre una mappa stellare tra i resti di diverse culture che storicamente non hanno avuto nessun tipo di collegamento o contatto. Elizabeth e Charlie interpretano questo come la prova dell’esistenza di precursori dell'umanità.
...
David scopre una stanza inesplorata contenente un Ingegnere ancora in vita ibernato e una mappa stellare con evidenziata la Terra.
L’androide David, ancora attivo, rivela che sta andando verso la Terra per sganciare la fiala sull'umanità.
Shaw raggiunge la capsula di salvataggio per recuperare alcuni importanti materiali. All'interno, trova la prole della creatura simile a un calamaro che è cresciuta fino a dimensioni gigantesche. L'Ingegnere sopravvive all'incidente e attacca Shaw, che rilascia il mostro tentacolare. Quest'ultimo ha la meglio sull'ingegnere, riuscendo infine a spingere un tentacolo fino alla sua gola. David e Shaw recuperano i resti dalla nave aliena, e insieme attivano un’altra nave dell’Ingegnere con il fine di raggiungere il suo pianeta di origine nel tentativo di capire perché abbiano creato l'umanità e tentato di distruggerla.
All’interno di una capsula di salvataggio del Prometehus, una creatura aliena fuoriesce dal petto dell'ingegnere morente.

Che dire?
Non si tratta di voler puntare il dito, non ho la presunzione di affermare che avrei fatto di meglio, non voglio insegnare il mestiere a nessuno, ma o wikipedia si è inventata la trama, oppure la saga di alien è stata stravolta dalle fondamenta e cambiata in qualcos'altro.

E NON mi serve vedere tutto il film per dirlo.

Nei quattro capitoli precedenti c'era tutto un mondo sconosciuto che veniva confrontarsi con il nostro, e questo era ancora più evidente nel primo film.
I punti principali?
Un misterioso segnale, un pianeta buio inospitale, il relitto di un'astronave che sembra un misto tra alta tecnologia e materia organica all'apparenza vecchia di milioni di anni, un pilota o un membro dell'equipaggio fossilizzato agganciato a strani macchinari, un carico antico quanto tutto il resto eppure ancora in paziente attesa dopo secoli e secoli.

Niente punti di riferimento col nostro mondo, tutto è estraneo sconosciuto, un posto lontano periferico dove nessuno passa e lì un mistero antico forse più della terra stessa.
Misteri incastrati dentro altri misteri, tutto lontano da noi, sia nello spazio che nel tempo.
Ma nel nuovo film, anzi nel prequel, tutto viene cancellato, riscritto.
La terra, il mondo, il nostro mondo di sempre torna ad essere al centro dell'universo.
Loro, l'equipaggio della misteriosa astronave ora sono semplicemente gli ingegneri, e non solo, sono loro che hanno portato la vita sulla terra, inoltre antiche mappe stellari abbondano nella storia terrestre, e tutte indicano dove andare, ma non solo, gli ingeneri stessi hanno una mappa con ben evidenziata la terra, e anche in questo caso s'immagina evidenziata con una grossa X.

                                         Allora, per LV 426 svoltare a sinistra...

Non più un'astronave naufragata, ma invece abbattuta dai terrestri, non un pianeta qualsiasi un LV-426 sperduto ed insignificante, ma una una base che a quanto pare tutti sanno dov'è.
Poi l'astronave non è più vecchia di milioni di anni, e forse non è neanche tanto diversa da quelle terrestri.
Quanto agli ingegneri...
Beh da misteriosi extraterrestri altamente evoluti si trasformano in semplici invasori con manie di distruzione della terra, quanto al loro modo d'agire è quello degli tipico dei Bem anni 50S, attaccano uccidono infine cercano di raggiungere la terra per distruggerla.

                                    Vogliono ditruggere la terra e i terrestri, una sorpresona!

Resta l'idea degli alien come arma biologica, una buona idea, ma in questo prequel proprio gli alien sono assenti, tranne piccolo accenno nel finale...
Che finale inaspettato!
Insomma chi da il nome alla saga fà una presenza minima, quasi a timbrare il cartellino in quello che era il prequel di tutta la serie.
Poi questa storia di liquidi scuri, fiale, filtri pozioni... fantascienza o fantalchimia?
Certo si può parlare di nanobot nanovirus etc etc, ma anche così il tutto è scialbo, sbagliato.

Riepilogando se in Alien si sentiva un gelido soffio spirare dalle stelle, citazione Lovecraftiana doverosa, e l'umanità si incontrava/scontrava con qualcosa di inimmaginabile diverso nuovo sentendo in pieno la propria solitudine nell'universo e la paura nel trovarsi di fronte a qualcosa a cui non era pronta, col prequel si torna ai vecchi canoni della SF classica dove alla fine tutto gira intorno alla terra e ai suoi abitanti.
Si cestina l'idea di una guerra galattica avvenuta eoni prima dell'uomo, si scarta la razza antagonista agli ingegneri e veri creatori degli alien, si cancellano tutte le possibili strade che si potevano prendere che andavano avanti e indietro nel tempo e al loro posto si ricrea la solita contrapposizione noi loro.
Noi vs loro.
Il tutto in chiave mondo-centrico.
Anche negli altri film della saga c'era la contrapposizione alien-umani, ma in quel caso gli xenomorphi erano la punta di un iceberg ben più vasto e ignoto, ma questo ora non c'è più, via l'ignoto via i misteri, noi non siamo su un granello di sabbia sperduto nell'immensita dell'universo, ma siamo al centro di ogni cosa.
Al centro di cosa? Un test, una bega tra pianeti lontani? Smania di conquista? La voglia di giocare a far Dio?
Cosa c'è dietro Prometheus? Il mito di classico di Prometeo? Quali domande lascia?

In confronto ai misteri degli altri film, e del primo, vien da dire:

ma chi se ne frega!

Chi se ne frega in fondo se per la centomilionesima volta una razza di extraterrestri vuole distruggere la terra, tanto la motivazione per quanto astuta intrigante misteriosa sorprendente, alla fine sarà solo una delle tante che si sono viste nella SF.

Delusione.
Alla fine si è passati da HR Giger al testone di pietra.
Da Lovecraft al solito polpettone di mostri, mutanti, azione, e distruggete la terra.
Si è tornati al solito orticello di casa, rigorosamente terrestre, dopo aver sfiorato il lato oscuro dell'universo...
Davvero, ma chi se ne frega cosa vogliono gli ingegneri, chi se ne frega se vogliono costruire un'autostrada interplanetaria e la terra stà di mezzo, per quello c'erano già i Vogon, chi se ne frega se vogliono conquistare l'universo alla fine sgomiteranno con i Dalek.
Era altro che si voleva, e invece si sente perfino puzza di gombloddone del tipo scie chimiche rettiliani ordine mondiale in questo prequel.
Eh già, se porci e cani sapevano tutto dalla notte dei tempi, se c'erano millanta mapponi stellari incisi sulla pietra con tanto di grossa X a testimoniarlo, c'è anche un bel gombloddone dentro il film, non è ovvio?
O Magari nel sequel?
Oppure verra inserita come trama in un side-quel?
E tante mutazioni non fanno ricordare altro, che sò, la cosa di Carpenter?
E' forse il seguito della cosa?

Probabilmente questo film sarà, nonostante tutto, un bel film, e anzi se preso a se magari anche uno di quelli da vedere, ma considerato nell'insieme di tutta la serie, NO.
Purtroppo a quanto pare si è seguita la strada dei vari AVP1 & 2.
Peccato.
Così poco importa se questo film uscirà tra mesi in Italia, poco importa se tra gli sceneggiatori c'è magari qualcuno di Lost, poco importa chi sono gli attori, se ancora una volta c'è una eroina alla Ripley, poco importa se...



Noi vecchi fanboy traditi fan della serie credevamo che da quell'antico relitto su LV-426 si finisse prima o poi per arrivare oltre l'universo conosciuto, ci abbiamo fantasticato sopra per anni, ci abbiamo creato intrecci fantasiosi, ma ci sbagliavamo.
Alla fine ci hanno svegliato, e ci hanno spiegato che all'incirca era la solita vecchia storia di sempre, con una terra da difendere, degli extraterrestri cattivi, qualche mostro creato da qualche scienziato pazzo alieno e, nulla più.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Perfettamente d'accordo su tutto!
Inoltre, visto che si doveva fare male fino all'ultimo particolare, un piccolo inciso: quando nel primo alien i protagonisti si avventurano nella nave trovano il pilota seduto al posto di guida con il ventre lacerato.
Bene, in questo "prequel" nemmeno quello c'è: il pilota muore altrove dando alla luce il primo alien.
Il posto di guida però è identico, l'alieno delle dimensioni giuste e l'astronave pare proprio quella.
Già il film alla fine non mi era piaciuto, e appunto tante cose che non quadravano e tante cose "buttate là" tanto per cercare solo di spaventare e di creare dubbi e domande, ma se proprio vuoi far la scenetta dell'alien per creare il filo conduttore per lo meno falla bene.
Insomma... il minimo! :(

Coriolano ha detto...

>Anonimo
A quanto pare il buon Ridley ha usato uno sfondo vecchio per una storia nuova.
Eh già, a quanto pare questo NON è il prequel di Alien.
Ora nessuno vuole fare il maestrino dalla penna rossa, però questa cosa puzza tanto di "presa per i fondelli".