Pagine

lunedì 31 dicembre 2012

giovedì 27 dicembre 2012

mercoledì 19 dicembre 2012

The new frontier II.




L'ennesimo post sul momento che si stà vivendo, ma da un punto di vista che è il fantastico che può essere considerato sbagliato, soggettivo, condivisibile, criticabile, minimalista, minimale, infatile inutile, risibile.

Etc etc.

O come direbbero i Borg, irrillevante.
Irrillevante, ma del tutto in linea con la natura di questo blog.

mercoledì 12 dicembre 2012

Ralph il supermaxieroe.


Agli inizi degli anni 80s, mentre infinite minacce si addensavano sul mondo libero rischiando di far cadere la nazione baluardo della civiltà, un eroe, un super eroe si prodigava per mantenere la pace, l'ordine e permettere a tutto il mondo di avere un futuro.

domenica 9 dicembre 2012

Il giorno dei trifidi & la notte dei...


Il giorno dei trifidi di John Wyndham a prima vista sembra solo la solita storia di mostri verdi che invadono la terra,

mercoledì 5 dicembre 2012

Breve post su apocalissi superstiti e, un piccolo dubbio.



A quanto pare ci sono posti in cui vanno a ruba i kit per sopravvivere alla fine del mondo, e ok ma in teoria, ammettendo che funzionino, ma poi...

lunedì 26 novembre 2012

World War Z non piace [di già?!] a nessuno?




Dopo essermi esposto con un giudizio positivo "al buio" su World War Z, mi sono accorto che non tutti sono della stessa idea, o meglio, se continua così credo che sarò l'unico con un'idea positiva su questo film...

giovedì 22 novembre 2012

Un giudizio a pelle su World War Z.






Non è possibile giudicare un film dal suo trailer, quei pochi secondi hanno lo scopo di attrarre colpire interessare, e troppe volte è accaduto che le scene migliori fossero tutte racchiuse in quei secondi, mentre nel resto del film noia, depressione, disperazione...

martedì 13 novembre 2012

Agente speciale, il riflesso della realtà su Il futuro è tornato.



Spie è Big Ben, un binomio pefetto, in fondo dal caso delle spie di Cambridge alla super spia Kim Philby, passando allo scandalo profumo, l'Inghilterra ha avuto una ricca storia di spionaggio che spesso ha colpito l'opinione pubblica di quel paese, e di fatto spianando la strada a tutto un genere.

martedì 30 ottobre 2012

Cinque racconti, più uno, per Halloween.




Halloween, e allora copiando in modo vergognoso blog seri e importanti, ecco una lista di cinque, più uno[1], racconti per l'occasione.

giovedì 25 ottobre 2012

Choosy & leggi bavaglio.


Notizia di qualche giorno fa.
Qualcuno si è adirato perché si è dato della signora ad una Prefetta.
In molti si sono risentiti per tale adiramento.
Altri invece hanno detto che è importante avere rispetto per le istituzioni, giusto quindi quel richiamo.
E allora semplice quesito:
Quel prete cosa stava chiedendo?

lunedì 22 ottobre 2012

UFO, il telefilm rivoluzionario.



Su Il futuro è tornato si parlerà di una serie che non si ferma solo alla TV, che non è stato solo un momento di svago, ma che di fatto da noi ha rivoluzionato un periodo dalle sue fondamenta.



lunedì 8 ottobre 2012

Accostamenti.




Si guardava distrattamente il Tg, niente di particolare era lì in sottofondo, solo che dopo le solite notizie eccone una che cattura l'attenzione:

mercoledì 3 ottobre 2012

Labyrinth, dove tutto è possibile.




Labyrinth è un film del 1986 di genere Fantasy, una favola per grande schermo nella quale attori e muppets si mescolano nel raccontare una storia avventurosa in un mondo bizzarro, tanto simile ad un parco di divertimenti dove però non mancano angoli bui.

giovedì 27 settembre 2012

The new frontier.


                    2001 nella finzione                  




2012 nella realtà.
 

Facendo un salto per le serie tv e non, si percepisce una mancanza, un'assenza:
non si viaggia più al di fuori della terra neppure con l'immaginazione.

sabato 22 settembre 2012

Prometheus vi è piaciuto? A me no ma... va bene lo stesso.






Alla fine va bene lo stesso, alla fine come in ogni cosa ci saranno sempre i pro e i contro, quelli a cui è piaciuto tanto, i tiepidi, i dubbiosi, quelli a cui è piaciuto NI e quelli a cui non è andata proprio giù per niente.
I gusti sono soggettivi, quindi:

mercoledì 19 settembre 2012

E' una cosa seria!(?)






Questa volta mi sono chiesto davvero se non fosse meglio lasciar perdere tutto, sbaraccare il blog, mettere un bel cartello con la scritta chiuso ringraziando nel frattempo i quattro due fedeli lettori.

Tutto perché mi è bastato andare oltre i confini della rete e, imbattermi in discorsi su... 

martedì 4 settembre 2012

Piccoli segni.

Cobra 11, e l'immancabile esplosione.


C'è una serie TV poliziesca, una delle tante serie tedesche che ultimamente stanno spopolando sulle reti nazionali, niente di che, classico poliziesco in stile americano tutto azione, inseguimenti, incidenti [tanti], esplosioni [tantissime] etc etc... e che sospetto sponzorizzato dagli sfasciacarrozze del posto.

venerdì 31 agosto 2012

Ai confini della realtà, la serie classica (1959-1964).


Ai confini della realtà [The Twilight Zone] [1] è una di quelle serie nelle quali è impossibile non essersi imbattuti. Replicata più e più volte, è stata una di quelle serie TV che più hanno lasciato un segno.

domenica 26 agosto 2012

Neil Armstrong, Quando la SF vinse.





Il primo essere umano a camminare su un suolo che non fosse quello terrestre.
Adesso sembra poca cosa, invece è stato davvero un  grande balzo per l'umanità.

mercoledì 22 agosto 2012

In colpevole ritardo. Harry Harrison.




Colpa del sole, del caldo che mi frigge i neuroni, colpa degli impegni dei pensieri...
Ma uno straccio di ricordo sia pure [molto] tardivo lo dovevo.

domenica 19 agosto 2012

Karel Thole.








Una delle cose che più ricordo con affetto e magia della fantascienza di un tempo, sono i vecchi libri Urania, e ancor più le sue copertine che insieme alla breve sinossi sul retro, erano il mezzo migliore per capire l'argomento, per giudicare se l'urania adocchiato valeva la spesa, e molte volte erano un richiamo al quale era difficile resistere.

mercoledì 15 agosto 2012

Ferragosto.


Caldo eh?
Tranquilli, anche i prossimi saranno giorni di bel tempo...

Meglio viaggiare in posti freschi.

venerdì 10 agosto 2012

A metà settembre uscirà Prometheus!






Oggi il TG1 tra crisi Monti euro Siria olimpiadi emergenze incendi caldo... con grande enfasi [ma neanche tanta a dire il vero], ha fatto sapere che a metà settembre uscirà Prometheus.
Strano, mi pareva una vita fà che ne avevo parlato, ma in ogni caso, come interpretare questa tabella?

giovedì 9 agosto 2012

mercoledì 25 luglio 2012

Gli anni 50s e la mantide omicida. Quando la SF invase il cinema.






Anni 50s.
Gli anni dell'inizio, del boom della fantascienza al cinema, il momento in cui sul grande schermo si comincia a declinare la fantascienza in tutte le sue forme, spesso in maniera artigianale a volte rasentando il ridicolo ma non di rado con ottimi risultati, nonostante lo stato degli effetti speciali del periodo.

martedì 17 luglio 2012

La fantascienza è morta. Un breve epitaffio 2.







Si parlava di fantascienza noiosa, complicata, morta.
Ma scherziamo?
Poi il dubbio:
e se avessero ragione loro?
Se davvero fosse un genere noioso e complicato?
Se davvero fosse morta?

venerdì 13 luglio 2012

La fantascienza è morta. Un breve epitaffio.






La fantascienza è morta da anni.
Chi lo dice?
A quanto pare persone del settore.
Questo il post originale Strategie Evolutive [Davide Mana] da dove viene la "triste notizia".
Allora riepilogando, sembrerebbe che la fantascienza sia morta e sepolta perché: troppo complicata, noiosa, e priva da trent’anni di nuovi autori validi.

Davvero?

lunedì 9 luglio 2012

La fuga di Logan, -Logan's Run-. Il crepuscolo della fantascienza "pesante" dei 70s.






Il decennio dei 70s, il decennio dei film di fantascienza dai risvolti complessi, oltre che il decennio dell'impegno, della denuncia, della lotta, della crisi sociale ed economica, della contrapposizione est-ovest, potere-antipotere, informazione-controinformazione, del conflitto, del terrorismo, della messa in discussione di valori fino ad allora intoccabili, del gesto che per quanto piccolo ha valenza politica.

sabato 7 luglio 2012

Il lato luminoso degli 80s. Ritorno al futuro, la triologia.





Gli anni 80s, gli anni della svolta per il cinema "non realistico".
Messi da parte i toni melodrammatici degli anni 50s, il dualismo tra potere e rivoluzione degli anni 60s, sopravvissuti al tempo dell'impegno nei 70s, negli anni ottanta il cinema di fantascienza in tutte le sue forme si guadagnò il diritto ad esistere come cinema di serie A, e proponendosi come genere su cui poter puntare per fare incasso al botteghino.
Grandi meriti per questo salto di categoria, per tanta nuova considerazione acquisita, andavano anche a film precedenti come -2001 Odissea nello spazio- -Guerre stellari- e tanti altri, ma è con gli anni ottanta che c'è la vera e proria consacrazione del genere, un decennio in cui ogni storia era originale, dove non c'era bisogno di affidarsi a remake di remake ma si poteva raccontare di volta in volta qualcosa di nuovo, perchè in fondo, tutto era ancora nuovo, non raccontato.

mercoledì 4 luglio 2012

Off topic





Ammetto di non aver seguito gli europei di calcio.
Nessuna "grande motivazione" dietro solo non m'interessavano, ma allo stesso tempo non credo che chi li abbia seguiti sia un subumano barbaro troglodita.

Seguirli o meno era solo una semplice questione di gusti.

Così non sono andato in piazza davanti ad un maxischermo, né tantomeno stavo in casa con frittatona e peroni ghiacciata, ma non mi sento di rimproverare nulla a chi l'abbia fatto.
Vi siete divertiti?
Buon per voi.

Però... adesso ho un pensiero e un rospo di cui mi devo liberare...

domenica 1 luglio 2012

Partire dall'infodump e finire alla fantascienza di casa. Roba da fantascienza... [1]




                                                 Questo infodump mi ricorda la scuola...



Quando si parla di qualcosa a volte si corre il rischio di dare per scontate notizie informazioni o anche un certo modo di vedere le cose.

Sbagliando.

Nel post precedente ho parlato di Lovecraft, dando per scontato che sia conosciuto da tutti, poi in seguito capita che nella grande R della vita reale s'incontra qualcuno che si scopre avere interessi simili tipo la fantascienza, si inizia a parlare del più e del meno, si scambiano idee finché ad un certo punto si finisce per parlare proprio di Lovecraft scoprendo che...
Lovecraft? Mai letto com'è?

Ok poco male, quando si parla di persona è facile alla fine capirsi spiegarsi, ma se si dovesse scrivere un libro sull'argomento, in quel caso come fare, quante spiegazioni notizie fatti sarebbero necessari per renderlo un argomento comprensibile a tutti, o quasi?

E quanto grande sarebbe il rischio di infodump, detto anche spiegone?

Cos'è l'infodump?


martedì 26 giugno 2012

Poco Lovecraft in Prometheus, o meglio: Prometheus isn't lovecraftian!








Ripensandoci, la colpa principale che davo a Prometheus nel post precedente, era quello d'aver rinnegato il senso lovecraftiano della serie.
Già, ma cosa significa lovecraftiano?
Premessa.
Su Lovecraft si è scritto tanto.
C'è chi ne ha parlato a sproposito come Houellebecq, chi ha fatto un grande lavoro di razionalizzazione dei suoi scritti e divulgazione come S.T.Joshi, e chi a titolo amatoriale ha esaminato studiato e parlato del mondo del gentiluomo di Provvidence da svariati punti di vista.
Spesso con risultati eccellenti.
Quindi nessuna pretesa di aggiungere qualcosa di più.
Molto è stato già detto, e meglio.
Tuttavia, cosa significa lovecraftiano?

venerdì 22 giugno 2012

Prometheus mi ha deluso, e non l'ho neanche visto!






Si può essere delusi da un film senza averlo mai visto, ma conoscendone solo qualche particolare?
Lo si può senza essere per questo etichettato come un odiatore?
Nel mio caso penso di si.


  

martedì 3 gennaio 2012

La lezione di Oliver Swanick

Prima di tutto una piccola precisazione sulla mia assenza:
OK frega nessuno ma: non avevo chiuso, non avevo finito le idee in seguito ritrovate dopo lungo avventuroso viaggio, né ho avuto ripensamenti sul tenere un blog.
Niente di tutto ciò, solo “piccoli” problemi di rete, impegni lavorativi che limitano di molto la mia presenza sulla rete e, un “legger-issimo” contrattempo dovuto ad hardware andato in fumo... comunque non tutti i mali vengono per nuocere ed ora, devo ammettere che ho imparato a cambiare l'alimentatore di un pc.
Non male per un niubbo che non sapeva neanche cosa fosse un molex.
Ah, un grazie al dottor Duke che mi ha coadiuvato nell'impresa.

Nel saggio -Giocare per forza- di Ermanno Bencivenga, c'è un passaggio che mi aveva fatto riflettere a suo tempo, ed è quello in cui l'autore parlando dei videogiochi si chiede quale lezione si possa imparare da loro, e la risposta che dava era la più semplice, ovvia.

Con i videogame s'impara a spingere tasti, magari si mantengono i riflessi pronti ma, niente di più.
Da appassionato di videogame trovai la cosa [molto] riduttiva.
Solo premere tasti?
Possibile?
Comunque lasciai perdere e non ci pensai più, e non ci ho pensato più finché durante una partita a Fallout New Vegas [seguito di Fallout3] non ho capito cosa stonava, e questo grazie a Oliver Swanick.