Pagine

venerdì 21 ottobre 2011

Conigli e regole base dell'horror


Per tutto il mese di ottobre sarà possibile votare per il concorso di SF di Angelo Benuzzi qui nel quale si chiedeva uno slogan e un logo che aggregasse tutte le anime della fantascienza italiana, e per maggiori informazioni il bando e le ragioni del concorso le trovate qui, Se volevate partecipare... beh siete arrivati in ritardo, ma per votare fate ancora in tempo, ed è possibile farlo fino alle 23,59 del 31 Ottobre 2011. 




The nigth of lepus” è uno di quei film che è difficile scordare, e non per meriti bravura o idee innovative, ma per il fatto di sembrare troppo scarso anche per la categoria dei B movie.
Per chi non l'avesse mai visto è un film horror realizzato nel 1972 che segue due idee base dei film del genere:
L'esperimento scientifico che sfugge al controllo producendo mostri poco amichevoli.
Lo svelarsi del pericolo solo dopo un po' di morti misteriosi, con rivelazione del mostro, in questo caso i mostri.
Niente di nuovo per il genere, eppure in questo caso i due schemi non funzionano e il film rasenta il ridicolo, non per l'incapacità degli attori, non per la locazione scelta per girare il film, e neanche per come sono state girate le scene.
E' tutto nella norma e questo sarebbe potuto essere solo uno dei tanti film horror degli anni 70s se nel ruolo di cattivi non ci fossero stati dei... conigli giganti che zampettano qua e là a far danno lungo paesaggi e case riprodotti in scala e il tutto, in slow motion.

In questi casi viene da chiedersi cosa si siano presi, di forte, gli sceneggiatori il regista e anche i finanziatori per realizzare un simile film, e quando l'ho visto la prima volta anziché spaventarmi mi ha fatto ridere non poco, almeno finché non mi sono ricordato che quello era un film de paura...

Conigli giganti che escono fuori di notte a seminare il panico? WoW, presto preparate delle carote giganti per distrarli!
Accidenti ne hanno beccato uno, bene cosi avranno stufato di coniglio per tutta la settimana!

il film appare ridicolo ma, lo è davvero come idea di partenza?
Sembrerebbe di sì, usare dei conigli come antagonisti in un horror pare una pessima idea, ma poi basta ricordare una raccont di G.M. Glaskin “Beati i mansueti” e allora le cose cambiano...



In quel caso la minaccia viene dalle pecore, e messa così sembra di ritrovarsi di fronte ad un'altra storia da B movie demenziale, invece il racconto è ben strutturato, sa essere minaccioso e molto inquietante.
E non è il solo caso.
C'è un altro film basato sempre sulle pecore, “Black sheep” che riesce ad essere molto efficace.



Ma allora perché quel film sui conigli non ha funzionato?
Se si confrontano le tre storie si nota che seguono la stessa struttura base:


ci sono delle uccisioni misteriose->il pericolo si svela e si scopre che sono dovute ad animali apparentemente innocui.

Cambia il punto di partenza e il finale, ma la parte principale è esattamente quella che ci si aspetterebbe da un horror, uno schema usato infinite volte che funziona negli ultimi due casi ma non non nel primo.
Ma perché
Per la mancanza di splatter?
No, “Beati i mansueti” non è splatter eppure non è limitato da questo.
Il modo di girare le tecniche della ripresa gli effetti speciali nel film del 1972?
No, nella norma, niente di eccezionale,e anche la recitazione è sulla sufficenza.
Ma allora perché le pecore sono efficaci e i conigli no?!



Questo è il “coniglio di Donnie Darko.


Qui c'è la raffigurazione del coniglio ne “La notte eterna del coniglio”
e questi sotto sono i coniglioni del film del 1972.



Sempre conigli, ma i primi sono inquietanti, gli ultimi meno di Bugs Bunny, ed è tutto qui il fallimento di quel film: i “mostri” non sono credibili, ci si è limitati ad ingrandirli ma i tratti sono rimasti quelli dei soliti conigli, si tendono agguati mordono uccidono ma... sembrano quello che sono nella realtà: dei grossi innocui coniglioni e niente di più, e non suscitano paura, al più fanno venir voglia di allungargli una carota...


E' stato come girare Alien con ET al posto degli Xenomorphi.

                                       Ommioddio esce dai fottuti muri! Presto dategli un telefono!!!


Così a venir meno è stato uno dei comandamenti più importanti dell'horror:
l'abito fa davvero il monaco.
Se vuoi far sembrare minaccioso qualcosa, gli devi dare i giusti segni.

Nessun commento: